Si stima che il 45% dei suoli europei sia potenzialmente soggetto a degrado: sono necessarie nuove strategie per migliorare la qualità dei suoli.
Come obiettivo generale, il progetto proposto intende DIMOSTRARE l'efficienza dell'applicazione di tecnologie innovative e a basso costo per il ripristino di terreni a basso contenuto organico di suolo, anche nelle aree semiaride. In particolare, miriamo a dimostrare l'applicabilità del letame di pollame, trattato secondo EP 1314710 *, per il ripristino del terreno / biorimediazione, evitare il degrado, fissare C nel terreno, porre P come struvite e aumentare la qualità biologica (fertilità edafic), in termini di densità apparente e aggregati, contenuto di N, biodiversità totale e resa vegetale.
È una nuova tecnica che va oltre la fertilizzazione del suolo e l'emendamento del suolo, alla ricerca di uno strumento per rigenerare e aumentare la produttività. Si rivolge anche ai microrganismi del suolo, con la fornitura di enzimi che possono aiutare la rigenerazione dei suoli degradati.
Nel frattempo, questa applicazione può trovare una nuova collocazione per il letame di pollame, molto spesso prodotta in aree ristrette, con difficoltà per il loro corretto smaltimento, come sottoprodotto agr-industriale.
Gli obiettivi specifici sono:
Obiettivo 1 Dimostrare la capacità di ripristino di applicazioni ripetute di letame di pollame (opportunamente trattato) a 3 terreni selezionati in zone sperimentali, situati nella regione di Murcia (Spagna), in clima semi-arido, in Puglia (Italia) e replicabilità in sfruttamento terreni nelle aree ceche
Obiettivo 2 Garantire la trasferibilità e la riproducibilità del ripristino del suolo, fornendo formazione tecnica e strumenti di supporto per l'identificazione caso per caso e l'attuazione della tecnica migliore e utilizzando tutti i mezzi disponibili per trasferire attivamente le conoscenze a tutti i livelli, locale, nazionale e Europeo.
Obiettivo 3 Fornire alla pubblica amministrazione, che lavora sugli aspetti ambientali e del suolo, strumenti per valutare le politiche di ripristino del suolo e le strategie di gestione agricola, nonché le successive implementazioni di progetti al fine di tradurre in pratica queste politiche
Obiettivo 4 Aumentare la consapevolezza e sostenere il settore del suolo fornendo soluzioni economicamente vantaggiose che includano tecniche più efficienti che potrebbero anche migliorare la redditività.
Obiettivo 5 Identificare e coinvolgere tutte le parti interessate relative ai problemi idrici.
Ciò a sua volta mirerà a integrare le componenti sociali, ambientali ed economiche del ripristino del suolo.